Jump to content

enki

Dormant
  • Content Count

    4
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

0 Neutral

Personal Information

  • Field of Work
    Other
  1. Ciao Marco e grazie del tuo aiuto. Putroppo dai driver ho già spremuto tutti gli A, i mA e i uA che potevo, più non posso. Rimane il problema per tutte le stampanti che in determinate condizioni conviene specificare velocità diverse per i vari layer e finora ho trovato solo Simplify3D che lo può fare nativamente, ma è a pagamento anche se consta poco. Non mi spiacerebbe capire se gli altri slicer "open", ed in particolare slic3r, potrebbero avere un qualche plug-in che implementi questi settaggi. Lascio comunque aperta la domanda, qualsiasi suggerimento su plug-in o filtri di postprocessing per Gcode saranno sempre benvenuti.
  2. Sì, grazie supercap, ora me ne rendo conto anch'io e mi scuso con tutti, anche se il problema che ho sollevato è di interesse generale per tutte le stampanti ed in altro forum sta venendo fuori un dialogo molto prolifico. Comunque la risposta più facile a quanto da me chiesto è che Simplify3D ha la gestione delle velocità layer per layer. Spero che possa servire a qualcuno. Grazie di nuovo e ciao.
  3. Purtroppo rimane il problema che una CNC a ponte fisso (estrusore che si muove solo sull'asse z) ha proprio intrinsecamente questo limite funzionale, non può gestire bene pezzi grossi, nemmeno scendendo troppo di accelerazione, perché poi questo va a limitare anche le velocità e di conseguenza il materiale estruso non si può più depositare correttamente. Intanto provo io a dire cosa ho già fatto: ho ridotto tutte le accelerazioni (a 500) e le velocità per tutti i layer, ma i tempi si allungano a dismisura. Mi rimane solo il tentare di gentire le velocità riducendole piano piano, layer dopo layer, via via che aumenta il peso sul piatto. Chiaro che potrei farlo a mano editando il Gcode con un editor di testi, ma il mio pezzo ha tantissimi layer e non finirei più. Oggi proverò ad istallare EditCNC (versione demo) per vedere se riesco a fare un post-editing del mio Gcode, altrimenti mi rimane solo da scrivere un SW dedicato che mi conti i layer (ad esempio contando i G92 E0), decrementando un po' la velocità ad ogni singolo layer. Se avete qualche ulteriore suggerimento sarebbe graditissimo.
  4. Stampo con una 3Drag maggiorata (400x200x180) pilitata da Repetier-host. Faccio slicing con slic3r. Siccome il piano della 3Drag è mobile sia su X che su Y, quando il pezzo è molto grande le accelerazioni mi fanno perdere i passi, soprattutto sugli strati più alti (quindi più peso sul piatto). Qualcuno ha un'idea se posso gestire da slic3r velocità (e accelerazioni) in modo tale da ridurle gradualmente all'aumentare degli strati? Insomma i primi dieci/venti strati più veloci e poi via via più lenti? Si può fare con slic3r o con qualche altro slicer? Grazie a tutti.
×
×
  • Create New...

Important Information

Welcome to the Ultimaker Community of 3D printing experts. Visit the following links to read more about our Terms of Use or our Privacy Policy. Thank you!