Jump to content
Ultimaker Community of 3D Printing Experts
Sign in to follow this  
totonno77

Um2 una catastrofe

Recommended Posts

Buongiorn ragazzi mi duole ritrovarmi a descrivere un nuovo problema.

Ho acquistato la una UM2 da un mese e gia' dopo una settimana ho dovuto mandarla indietro in ripararazione ( non parlo di assistenza perche ci ho rimesso altri soldi....) cmq..

Ho avviato la mia brava stampa, mi sono servito dei parametri standard ed ho settato quick print.

Settaggi della macchina:

NT 210-215

BT 60°

fan 100

dopo parecchie ore di stampa notturna mi sono ritrovato il filo completamente corroso ed ho dovuto buttare tutto.

Ho pulito il piatto, ricalibrato, rimosso tutto il filamento rovinato, cambiato il filamento, stretto un pochino la vite di pressione del feeder.

Avviata la seconda stampa pareva andasse tutto a gonfie vele...

Alle 2 di stanotte sono andato a ricontrollare la macchina e ecco che du nuovo il feeder ha rimangiato il filamento.

Sono davvero demotivato e seccato. Mi aiutereste?

Allego foto. 0blhl1.jpg

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Il feeder originale fa pena, temporaneamente stampa con la spoletta di filamento a terra e fai in modo che il materiale sia il più allineato possibile all'imbocco del feeder. Cambia almeno il porta spoletta, con uno a cuscinetti, e il distanziatore che si trova in basso a sinistra della spoletta di filamento.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Potrebbe essere che succeda perchè il filamento trova resistenza in uscita dell'hot end, e non perchè ci sia qualcosa che non va lato feeder. Fai una bella http://support.3dverkstan.se/article/10-the, allenta la tensione che hai aggiunto al feeder e riprova. Vedi segni di sottoestrusione nelle stampe?

Dreamworker con il feeder originale io mi trovo bene, per ora nessun problema dopo due mesi di utilizzo intensivo. Ho stampato il Robert feeder ma finchè non ho problemi non lo cambio :)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Salve a tutti, io ho un' opinione completamente diversa. Secondo me il feeder originale non è il colpevole, anzi se "mangia il filo" vuol dire che la forza è più che sufficiente. Io ho smesso di avere inceppamenti sistemando il supporto bobina. Sostanzialmente quando il feeder traina il filo produce delle accelerazioni e se la bobina non è "frizionata" cede più filo del necessario. Non mantenendo la giusta tensione alcune spire della bobina tendono ad accavallarsi ed una volta verificatasi questa condizione la bobina si blocca e non riuscirete a farla avanzare anche tirando a due mani (chiedere ai pescatori queste cose le sanno).

Se avete una spugna PIATTA tipo quelle delle confezioni delle schede grafiche dello spessore di 2/3cm, attorcigliatela e mettetela all'interno del cannotto di supporto della bobina. Deve fuoriuscire leggermente dall'albero tipo 3/4mm. Questo crea una zona di frizione tra bobina e albero sufficiente a mantenere in tensione il filo ma non troppo da creare sforzi al motore. Fate però attenzione a non far svolgere la bobina quando la manipolate oppure quando cambiate il materiale sulla stampante. Se mantenete le spire ben avvolte come quando la bobina è nuova tutto fila liscio. Se capitasse, però, con un pò di pazienza riavvolgetela correttamente. Costo dell'intervento circa 5', se avete la spugna a portata di mano. Ciao

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ciao non è che caricheresti una bella foto del tuo setup?

Salve a tutti, io ho un' opinione completamente diversa. Secondo me il feeder originale non è il colpevole, anzi se "mangia il filo" vuol dire che la forza è più che sufficiente. Io ho smesso di avere inceppamenti sistemando il supporto bobina. Sostanzialmente quando il feeder traina il filo produce delle accelerazioni e se la bobina non è "frizionata" cede più filo del necessario. Non mantenendo la giusta tensione alcune spire della bobina tendono ad accavallarsi ed una volta verificatasi questa condizione la bobina si blocca e non riuscirete a farla avanzare anche tirando a due mani (chiedere ai pescatori queste cose le sanno).

Se avete una spugna PIATTA tipo quelle delle confezioni delle schede grafiche dello spessore di 2/3cm, attorcigliatela e mettetela all'interno del cannotto di supporto della bobina. Deve fuoriuscire leggermente dall'albero tipo 3/4mm. Questo crea una zona di frizione tra bobina e albero sufficiente a mantenere in tensione il filo ma non troppo da creare sforzi al motore. Fate però attenzione a non far svolgere la bobina quando la manipolate oppure quando cambiate il materiale sulla stampante. Se mantenete le spire ben avvolte come quando la bobina è nuova tutto fila liscio. Se capitasse, però, con un pò di pazienza riavvolgetela correttamente. Costo dell'intervento circa 5', se avete la spugna a portata di mano. Ciao

Io mi sono organizzato così:

IMG_1078-ultimaker-setup.jpg

Nessun problema di attorcigliamento mai.

Per i problemi del filamento mangiato, nella mia esperienza dipendono sempre da una resistenza al passaggio nell'hot end. Spesso dovuta al famigerato "Teflon coupler", quel pezzetto bianco di teflon in cui si inserisce il tubo bowden lato hot end. Va sostituito circa ogni 300 ore di stampa o meno. Con il tempo si deforma e inizia ad opporre resistenza al passaggio del filamento, che non potendo avanzare viene mangiato dal feeder. Il mangiamento a sua volta fa si che a un certo punto il feeder perde la presa, e poi tutto si blocca.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×

Important Information

Welcome to the Ultimaker Community of 3D printing experts. Visit the following links to read more about our Terms of Use or our Privacy Policy. Thank you!